Trading online: come trovare i migliori asset su cui investire

trovare asset su cui investire

Nel mondo della finanza con il termine inglese asset si indicano i beni su cui investire; in italiano il termine tecnico corretto è cespite, che però è abbastanza ostico, quindi viene utilizzato solo in modo sporadico. Quando si investe, in qualsiasi ambito, il primo passo da svolgere consiste nello scegliere uno o più asset su cui speculare.

Tale scelta è il cardine su cui si basano tutti gli eventi successivi e che ci può portare a grandi guadagni come a perdite clamorose. Molto spesso i trader tendono a scegliere un numero ridotto di asset, ma tale atteggiamento non è obbligatorio. Su https://www.transitionstrading.com trovate molti consigli e guide per il vostro trading online.

Ci sono diversi investitori che scelgono ogni giorno un asset o un mercato diverso, altri invece che preferiscono speculare su asset di un singolo mercato o ambito, per sfruttare l’analisi fondamentale effettuata in passato anche per nuove speculazioni.

La scelta dell’asset

Gli asset disponibili per gli investimenti in rete sono molteplici. Si va dai singoli titoli azionari alle materie prime, come ad esempio oro o petrolio. Chi investe nel mercato forex specula su asset costituiti da coppie di valute. C’è  chi investe negli indici azionari internazionali.

La scelta dipende da una serie di fattori, tra cui le conoscenze che si hanno di un certo mercato. Posto il fatto che una volta che si inizia a fare trading online è sempre necessario imparare una serie di tecniche e di metodologie da utilizzare per effettuare speculazioni vincenti, a volte si preferisce mantenersi all’interno di un mercato conosciuto, investendo ad esempio nei cambi delle diverse valute con l’euro, o in titoli azionari di grandi aziende italiane.

Questo atteggiamento però non è generalizzato: molti trader preferiscono iniziare la loro attività senza alcun tipo di preclusione o preferenza, dedicandosi alle speculazioni su asset sconosciuti in precedenza, o magari su quelli che mostrano una maggiore volatilità al momento.

Le peculiarità di un asset

Un buon asset su cui investire è in genere quello le cui quotazioni sono abbastanza volatili, ma che non mostrano scossoni improvvisi. Per guadagnare infatti è bene che l’asset su cui investiamo abbia un buon movimento quotidiano, che ci consenta di individuare con facilità i trend del momento. Oltre a questo è bene, almeno all’inizio, scegliere un asset su cui si possano trovare informazioni precise ogni giorno.

Ad esempio se si intende investire nei titoli azionari è consigliabile evitare di speculare sulle azioni di una società mineraria russa, piuttosto conviene scegliere una grande società italiana, o anche una squadra di calcio che si conosce bene. Questo perché in questo modo ci sarà molto più facile reperire informazioni sulla società su cui stiamo speculando, anche solo leggendo il giornale durante la colazione del mattino.

Alcuni trader preferiscono invece selezionare gli asset all’interno di un singolo mercato, scegliendo quello che apre nelle ore in cui sono soliti speculare nel trading online. In questo modo riescono ad approfittare al massimo delle fluttuazioni dovute all’apertura o alla chiusura del mercato stesso, che in molti casi sono particolarmente marcate.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*