Viaggi: gli italiani preferiscono le crociere

viaggi italiani

Un settore che continua a crescere di anno in anno, una tipologia di vacanze sempre più attraente per i viaggiatori di tutta Europa: stiamo parlando delle crociere, una delle scelte predilette dai turisti negli ultimi anni, tanto che ormai si parla di un vero e proprio boom. Basti pensare all’enorme rafforzamento di tale mercato negli ultimi dieci anni, durante i quali è stato toccato il record di 6,7 milioni di crocieristi.

Il trend degli ultimi anni è stato crescente in tutti i mercati europei, in particolare in Germania con uno sbalorditivo +11,3% (oltre 2 milioni di passeggeri). Nel Regno Unito e in Irlanda si è registrata una crescita del +5,6% con quasi 1,9 milioni di passeggeri, mentre la Spagna, con un aumento del 4,2% continua il recupero dopo il calo registrato nel 2014.

per quanto riguarda poi il nostro Paese, è da mettere in evidenza che l’Italia resta ancorata al suo terzo posto, con 751.000 crocieristi nel solo 2016, coprendo l’11% del mercato complessivo europeo, nonostante un lieve calo rispetto al 2015.

“Questo lieve calo deve essere considerato all’interno di un trend di crescita che dura dal 2013 nonostante la crisi economica, i problemi fiscali e burocratici, come anche l’insoluta questione delle Grandi Navi a Venezia”, dice Francesco Galietti, direttore di Clia Italia, sezione italiana dell’Associazione internazionale delle compagnie crocieristiche.

Per quanto riguarda le destinazioni, 4 europei su 5 scelgono mete europee. Di questi oltre il 50% il Mediterraneo e le isole dell’Atlantico, mentre il 21% preferisce il Nord Europa e il Mar Baltico. Tre italiani su quattro (il 74%) continuano a scegliere come destinazione il Mediterraneo.

Inoltre, sempre parlando di Mediterraneo, come ricordato di recente dai dati di Risposte Turismo (“Traffico crocieristico in Italia nel 2016 e le previsioni per il 2017”) l’Italia continua ad occupare un ruolo centrale tra le destinazioni: negli ultimi 7 anni ha infatti registrato nei suoi porti oltre 10 milioni di passeggeri movimentati ogni anno e nel 2016 ha superato per la quarta volta il traguardo degli 11 milioni.

Secondo Kyriakos Anastassiadis, chairman di Clia Europa e Amministratore Delegato di Celestyal Cruises, “Le nostre previsioni di crescita in Europa sono confermate per il 2016 nonostante le sfide sociali e politiche che abbiamo dovuto affrontare e alcune temporanee difficoltà di questa area. Nel 2017 ci aspettiamo dati altrettanto positivi con l’arrivo di 26 nuove navi di crociera”.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*